Strumenti Utente

Strumenti Sito


playground:old:garibaldi12

Per la parte sperimentale abbiamo concordato con l’Università di svolgere attività sperimentali sia nel laboratorio in aula che nel laboratorio “in campo”.

Le attività prevedono:

Osservazione al microscopio di piante di pomodoro “sane” e “malate” (materiale fornito da Università “La Sapienza”); Sperimentazione in campo finalizzata alla induzione della resistenza alle malattie in piante di pomodoro usufruendo di tutti i vantaggi che scaturiscono dalla consociazione intraspecifica e interspecifica utilizzando i vantaggi della biodiversità e della ecosostenibilità. E’ previsto l’utilizzo di quattro diverse varietà di pomodoro, di piante di fagiolino e di sedano per la consociazione interspecifica. Le prove saranno condotte seguendo un disegno sperimentale che prevede prove in duplicato in blocchi randomizzati. Saranno effettuati i seguenti controlli qualitativi/quantitativi: Efficienza fotosintetica Resistenza/suscettibilità alle avversità Caratteristiche qualitative Caratteristiche quantitative.

SCOPO DEL LAVORO: Valutare i vantaggi che scaturiscono dalla consociazione intraspecifica e interspecifica nella coltivazione ecosostenibile del pomodoro.

OBIETTIVI: MATERIALI E METODI: Materiali: N° piante varietà V1 = 54 N° piante varietà V2 = 54 N° piante varietà V3 = 54 N° piante varietà V4 = 54 N° piante fagiolino = 48 N° piante sedano = 40 Nella seguenti tabelle sono sinteticamente riportate le operazioni colturali adottate per la conduzione delle prove.

Tabella 1

Coltivazione sostenibile: conduzione e gestione della prova Tipo di protezione tunnel singolo largo …. m; lungo ….. m; alto …..m; coperto con doppio film Patilux 0,20 mm Disegno sperimentale blocchi randomizzati con 2 ripetizioni Semina 4/03/2019 (Tolve) 6/03/2018 (Piennolo) San Marzano vesuviano (sedano) (fagiolino) (prezzemolo Trapianto Data 27/03/2019 Modalità d’impianto fila semplice (12 piante di pomodoro) Concimazione di copertura letame Distanza tra le file 120 cm Distanza sulla fila 40 cm Densità pp/m2 Pacciamatura Pacciamatura naturale con paglia Irrigazione Consociazione (+/-) Piante di fagiolino/sedano distanza sulla fila 40 cm La prova è condotta con e senza (+/-) consociazione con piante di fagiolino o utilizzando sullo stesso filare un “mix” di 4 diverse varietà .

TABELLA 2 CONTROLLI QUALITATIVI/QUANTITATIVI: Efficienza fotosintetica Resistenza/suscettibilità alle avversità Caratteristiche qualitative Caratteristiche quantitative

playground/old/garibaldi12.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)