Strumenti Utente

Strumenti Sito


playground:liceosimoncelli:playground3

Elettroscopio a foglie d’oro

mail.google.com.jpeg

L'elettroscopio a foglie serve a rilevare la carica elettrica di un corpo, si basa su una delle proprietà fondamentali dell'elettrostatica: corpi dotati di carica elettrica dello stesso segno si respingono.

E' composto da: un vaso di vetro o plastica trasparente con coperchio di materiale isolante e un'asta di ottone o di rame rigido; in mancanza di foglia d'oro si può far ricorso a foglie di alluminio molto sottile.

Se si avvicina al terminale superiore dell'elettroscopio un corpo caricato elettricamente, le due foglie divergono. Questo perchè la vicinanza del corpo elettricamente carico ha richiamato sulla sfera le cariche elettriche di segno opposto mentre quelle dello stesso segno si sono concentrate nelle due foglie che, risultando dotate di carica di uguale segno, si respingono. Allontanando il corpo carico le due foglie tornano ad avvicinarsi. Se si tocca il terminale superiore col corpo carico le due foglie rimarranno divise anche dopo che il corpo viene allontanato e si riavvicineranno a poco a poco man mano che perdono la carica.

elettroscopioafoglied'oro

Viscosimetro di Engler

L'oggetto completo è costituito da un contenitore a doppia camera, un coperchio e un perno in legno con punta in ottone.

Funzione: lo strumento misura la viscosità dei combustibili o degli oli minerali, attraverso la verifica del tempo di defluizione. Possiamo misurare la viscosità attraverso il rapporto tra il tempo impiegato da una determinata quantità di olio a defluire da un tubo di determinate dimensioni e quello impiegato dalla stessa quantità di acqua alla medesima temperatura.

Modalità d'uso: Tariamo lo strumento a una temperatura di 20°C: tra le due camere versiamo l'acqua, inseriamo nella camera interna il perno che riempiamo di acqua distillata. Si compre con il coperchio e si inserisce il termometro. Sotto le gambe del treppiede si colloca il vaso di vetro. Portiamo a temperatura l'acqua di taratura dello strumento, togliamo il perno e registriamo il tempo di caduta dell'acqua nel vaso sottostante. Il secondo termometro serve invece per controllare la velocità di riscaldamento. Ripetiamo l'operazione almeno tre volte. Il rapporto tra il tempo di caduta del combustibile e il tempo di caduta dell'acqua; il risultato è il valore della viscosità espresso in gradi Engler a quella temperatura.

playground/liceosimoncelli/playground3.txt · Ultima modifica: 2020/01/22 16:22 da marianna.cipollone