Strumenti Utente

Strumenti Sito


museiscientifici:vincenzocuoco_napoli:vsuono
      
                                                   Velocità  del suono

Scopo: Lo scopo dell’esperienza era quello di calcolare la velocità del suono nell’aria in un ambiente chiuso e ricavare diversi dati. Cos’è il suono? Il suono è la sensazione data dalla vibrazione di un corpo in oscillazione. Tale vibrazione, che si propaga nell'aria o in un altro mezzo elastico, raggiunge l'apparato uditivo dell'orecchio che, tramite un complesso meccanismo interno, crea una “sensazione uditiva” correlata alla natura della vibrazione; in particolar modo la membrana timpanica subendo variazioni di pressione entra in vibrazione.

Cos’è la velocità del suono? La velocità del suono è la velocità con cui un suono si propaga in un certo ambiente, detto mezzo e varia a seconda del mezzo e delle sue proprietà: per esempio si propaga più velocemente nell'acqua rispetto all’aria. Una di queste proprietà è, innanzitutto, la temperatura.

Velocità del suono nei mezzi Il suono si propaga nell’aria con una velocità di circa 340 m/s, mentre nell’acqua, meno comprimibile dell’aria, la vibrazione viene trasmessa più rapidamente raggiungendo approssimativamente la velocità di circa 1500 m/s.

Strumenti:

•2 Telefoni

•Applicazione: Phyphox

•Un metro

Descrizione: Abbiamo effettuato l’esperimento in un ambiente chiuso. Ci siamo serviti di due telefoni posizionati a diversi metri di distanza l’uno dall’altro e abbiamo utilizzato l’applicazione Phyphox già precedentemente installata su entrambi i dispositivi. Selezionando il cronometro acustico, abbiamo impostato la soglia a 0,8 a.u. Abbiamo posizionato i due dispositivi a una certa distanza, prima 2 m poi 4 m e poi 5m per effettuare diverse misure. Posizionandoci vicino ai due telefoni una persona ha battuto le mani facendo partire il timer sui due dispositivi, dopo qualche secondo ha battuto le mani anche la seconda persona, che ha così stoppato il timer. I battiti di mano, viaggiando alla velocità del suono, non infinita sono arrivati ai due smartphone in momenti in diversi. Abbiamo misurato questo tempo di ritardo per ricavare la velocità del suono usando la seguente formula: V= 2d/deltaT.

Conclusione con commento: Alla fine di questo esperimento siamo riusciti a trovare questi dati nonostante alcune difficoltà che abbiamo riscontrato durante il percorso, soprattutto con Phyphox. Inizialmente c’era l’intenzione di ricavare anche alcuni dati in un ambiente esterno ma, molto probabilmente per i troppi rumori, non ci è stato possibile portare a termine l’esperimento poiché l’applicazione non funzionava a dovere.

Bibliografia: https://it.wikipedia.org/wiki/Suono

                      https://it.wikipedia.org/wiki/Velocit%C3%A0_del_suono
                     https://www.chimicifisici.it/con-lorecchio-sottacqua-la-fisica-del-suono/#:~:text=il%20suono%20si%20propaga%20in,acqua%20%C3%A8%201500%20m%2Fs)

Assunta Bosco; Federico Cultraro ; Stefan Fonseka; Sofia Russo

museiscientifici/vincenzocuoco_napoli/vsuono.txt · Ultima modifica: 2021/05/20 15:27 da assunta.bosco