Strumenti Utente

Strumenti Sito


museiscientifici:vincenzocuoco_napoli:elettroscopio

ELETTROSCOPIO A FOGLIE D’ ORO

L’elettroscopio è un apparecchio che permette di stabilire se un corpo è carico elettricamente. A differenza dell’elettrometro, non può quantificare la carica elettrica. Si tratta quindi di un rivelatore di carica. L’apparecchio fu ideato dal fisico inglese Abraham Bennet nel 1786 e successivamente perfezionata da Alessandro Volta con il nome di Elettrometro.

Descrizione: L’ elettroscopio è costituito da un'asta verticale di ottone, che presenta nell'estremità inferiore due sottilissime foglie d'oro, e in quella superiore una piccola sfera. Un recipiente di vetro racchiude la parte inferiore dell'asta e le foglioline, isolandole così dalle correnti d'aria che potrebbero alterarne il movimento.

Funzionamento: Se il conduttore non è carico, le foglie, per gravità, si allineano verticalmente. Se invece si avvicina al pomello metallico un corpo caricato elettricamente, ad esempio una bacchetta di plastica strofinata con un panno di lana, si vedranno le due lamine d’oro divergere. La vicinanza del corpo elettricamente carico produce un fenomeno fisico detto induzione elettrostatica. La carica si diffonde nel conduttore fino alle foglie che diventeranno pertanto cariche dello stesso segno e si respingeranno, formando un angolo proporzionale alla carica elettrica. Il fenomeno si basa su una delle proprietà fondamentali dell'elettrostatica: corpi dotati di carica elettrica dello stesso segno si respingono, mentre quelli di segno diverso si attraggono. Allontanando il corpo carico, detto anche corpo induttore, le due lamine tornano ad avvicinarsi. Questo fenomeno può essere ripetuto nel tempo e se si tocca con il dito il pomello le foglioline rimangono cariche e restano separate, se poi si tocca nuovamente si scaricano e ritornano neutre.

Nome dello strumento ELETTROSCOPIO A FOGLIE D'ORO

Dati scientifici

Epoca 1786
Costruttore Abraham Bennet
Dimensioni 30CMx12CMx12CM
Materiali (legno, metallo, vetro, plastica, gomma, ecc.) VETRO, OTTONE, ORO

Dati storici

Provenienza Museo scientifico del liceo V. Cuoco - T. Campanella

Dati relativi al restauro

Stato di conservazione BUONO
Descrizione interventi effettuati CAMBIAMENTO DI NOME DA PARTE DI ALESSANDRO MAGNO: “ELETTROMETRO”
Nome restauratore Alessandro Volta

Dati relativi alla conservazione

Armadio 2
Ripiano 3
Collocazione LABORATORIO

Sitografia

museiscientifici/vincenzocuoco_napoli/elettroscopio.txt · Ultima modifica: 2020/02/12 11:32 da mattia.mennitti