Strumenti Utente

Strumenti Sito


museiscientifici:tasso_roma:telegrafo

Telegrafo Morse

Descrizione

Telegrafo

Numero di Inventario 137a/137b
Nome dello strumento Telegrafo Morse

Dati scientifici

Epoca Fine XIX sec.
Costruttore Martin Wallach Nachfolger Cassel Rom.
Dimensioni (in mm.) H 900; L base 410; P base 240
Materiali (legno, metallo, vetro, plastica, gomma, ecc.) Legno, rame, ferro, carta
Descrizione Su una base è fissata in verticale una tavola. Su un lato si può osservare un circuito, collegato a un rocchetto di Ruhmkoroff e a un punzone scrivente. Su quello posteriore un ingranaggio, localizzato nella parte alta, collegato con un rotolo di carta sull'altra faccia della tavola. in alto si trova un'antenna ricetrasmittente.
Funzionamento Il telegrafo è il dispositivo che permette di inviare a distanza – sotto forma di impulsi elettrici – messaggi scritti, utilizzando un apposito codice messo a punto dallo statunitense Samuel Morse. Un sistema di comunicazione telegrafica è composto da due apparecchi, un'unità di trasmissione e una di ricezione. I due apparecchi sono situati a grandi distanze l'uno dall'altro e sono collegati tra loro mediante un cavo elettrico. Ogni battitura sul pulsante dell'unità di trasmissione del telegrafo chiude un circuito elettrico e genera un segnale elettrico che si propaga sul cavo elettrico. Il punto viene realizzato mediante un segnale elettrico di breve durata, la linea tramite un segnale elettrico leggermente più prolungato nel tempo. La successione dei segnali elettrici punto-linea consente la trasmissione delle lettere del messaggio dall'apparecchio trasmittente all'apparecchio ricevente situato all'altro capo della linea. L'apparecchio trasmittente è alimentato da corrente continua ed è composto da un manipolatore, un dispositivo elettromeccanico di trasmissione che permette di aprire o chiudere un circuito elettrico inviando degli impulsi elettrici lungo la linea del telegrafo. Gli impulsi elettrici viaggiano lungo la linea, sul cavo elettrico, fino ad arrivare all'apparecchio ricevente. Sull'unità di ricezione è collocata un'elettrocalamita che ad ogni passaggio della corrente ( segnale ) attira a sé una leva metallica. La leva ha un punzone scrivente alla sua sommità, così ogni volta che la leva viene attirata verso l'elettrocalamita, il punzone si avvicina e scrive su un rotolo di carta. Ad ogni impulso elettrico il rotolo di carta avanza mediante l'ausilio di un ingranaggio meccanico, creando una striscia di carta con una sequenza di punti e di linee.
Bibliografia Nessuna
Eventuale iscrizione Targa ditta produttrice
Inventore Samuel Morse

Dati storici

Data di entrata Fine XIX sec.
Inventario n.d.
Vecchi numeri di inventario 446,421,173,181
Donato - comperato - provenienza n.d.

Dati relativi al restauro

Stato di conservazione Inservibile
Descrizione interventi effettuati Nessuno
Osservazioni - Utilizzazione per la didattica Nessuna

Dati relativi alla conservazione

Armadio X
Ripiano 2
Scheda tecnica del produttore No
Collocazione Corridoio primo piano ala destra

Sitografia

museiscientifici/tasso_roma/telegrafo.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)