Strumenti Utente

Strumenti Sito


museiscientifici:tasso_roma:apparecchio_di_tyndall_2

Apparecchio di Tyndall

giorgino.jpg

Apparecchio di Tyndall

Numero di Inventario 226
Nome dello strumento Apparecchio di Tyndall

Dati scientifici

Epoca 1800ca
Costruttore Martin Wallach Nachfolger
Dimensioni (in mm.) .Base: 110mmx275mm Supporti: 85mm Asta: 315mm
Materiali (legno, metallo, vetro, plastica, gomma, ecc.) Metallo
Descrizione Ad una base metallica, in posizione rialzata, è appoggiata una barra metallica tramite due supporti; la barra presenta un anello ad un’estremità e una manopola avvitata all’altra
Funzionamento L'apparecchio di Tyndall serve per dimostrare l'intensità della forza di trazione esercitata da un tubo di ferro che, raffreddandosi, si contrae: essa è sufficiente per spezzare una barretta di ghisa. Basta riscaldare fortemente la sbarra di ferro a sezione quadrata, senza pero arroventarla, e porla nelle incassature apposite della base, che portano sul fondo due cuscinetti di eternit, per impedire la rapida trasmissione del calore. Nell'occhiello della sbarra si introduce l'asta di ghisa, si applica il dado e si stringe fortemente. Ben presto l'asta si spezza sotto l'azione di una forza di oltre 5000 N
Bibliografia -
Eventuale iscrizione Martin Wallach Nachfolger Cassel Rom
Inventore John Tyndall

Dati storici

Data di entrata -
Inventario 1970
Vecchi numeri di inventario 258
Donato - comperato - provenienza -

Dati relativi al restauro

Stato di conservazione -
Descrizione interventi effettuati -
Nome restauratore -
Osservazioni - Utilizzazione per la didattica -

Dati relativi alla conservazione

Armadio 1
Ripiano 2
Scheda tecnica del produttore No
Collocazione Corridoio primo piano per l'aula di scienze

Sitografia

Link Descrizione
- -

museiscientifici/tasso_roma/apparecchio_di_tyndall_2.txt · Ultima modifica: 2021/04/06 10:29 da lorenzo.savino