Strumenti Utente

Strumenti Sito


museiscientifici:tasso_roma:anello_di_gravesande

Anello di Gravesande(o dilatoscopio)

Anello di Gravesande

Numero di Inventario 200
Nome dello strumento Anello di Gravesande (o dilatoscopio)

Dati scientifici

Epoca XVII secolo
Costruttore n.d.
Dimensioni (in mm.) 175 mm (altezza)
Materiali (legno, metallo, vetro, plastica, gomma, ecc.) metallo
Descrizione L’anello di gravesande serve a dimostrare la dilatazione termica cubica dei corpi sottoposti al calore di una fiamma.
Funzionamento Ponendo una fonte di calore sotto la sfera questa, dopo circa tre/ quattro minuti di esposizione al calore si dilata. E, poiché è aumentata di volume, la sfera è incapace di passare attraverso l’anello di metallo; il cambiamento di colore è dovuto al trattamento termico subito dal corpo, che produce un leggero stato di ossido sulla superficie. Tutto ciò spiega la dilatazione volumetrica. Infine sarà il raffreddamento dell’aria a far sì che la sfera sia in grado di passare nuovamente attraverso l’anello.
Bibliografia
Eventuale iscrizione
Inventore  ideato dal matematico e fisico olandese Willem Jacob’s Gravesande (1688-1742)

Dati storici

Data di entrata
Inventario
Vecchi numeri di inventario nessuno
Donato - comperato - provenienza no

Dati relativi al restauro

Stato di conservazione
Descrizione interventi effettuati
Nome restauratore
Osservazioni - Utilizzazione per la didattica no

Dati relativi alla conservazione

Armadio S
Ripiano 2
Scheda tecnica del produttore no
Collocazione Aula Valerio Mengarini

Sitografia

museiscientifici/tasso_roma/anello_di_gravesande.txt · Ultima modifica: 2020/02/21 12:44 da emiliano.argentero