Strumenti Utente

Strumenti Sito


museiscientifici:giuliocesare_roma:elettroforo_di_volta

Questa è una vecchia versione del documento!


Elettroforo di Volta

Descrizione

L'elettroforo perpetuo, detto anche elettroforo di Volta, è un generatore elettrostatico in grado di accumulare una modesta quantità di carica elettrica in modo discontinuo.

Elettroforo di Volta

Numero di Inventario -
Nome dello strumento Elettroforo di Volta (o perpetuo)

Dati scientifici

Epoca 1775
Costruttore ignoto
Dimensioni (in mm.) Base:diametro: 490 mm; spessore: 55 mm; disco: diametro: 390 mm; spessore:15 mm; manico: lunghezza: 290 mm.
Materiali (legno, metallo, vetro, plastica, gomma, ecc.) È costituito da uno strato di resina contenuta in un piatto metallico, e da un disco metallico dotato di manico isolante.
Descrizione L'elettroforo rappresenta una prima rudimentale macchina elettrostatica a induzione in grado di accumulare e separare cariche elettriche.
Funzionamento Si carica negativamente lo strato di resina, poi si pone il disco a contatto con esso. Toccando la faccia superiore del disco le cariche negative si scaricano a terra e il disco resta carico positivamente.
Bibliografia -
Eventuale iscrizione Officine Galileo N.186823
Inventore Alessandro Volta

Dati storici

Data di entrata -
Inventario
Vecchi numeri di inventario 0288
Donato - comperato - provenienza -

Dati relativi al restauro

Stato di conservazione Buono
Descrizione interventi effettuati -
Nome restauratore -
Osservazioni - Utilizzazione per la didattica Evidenzia il fatto che nel conduttore si verifichi induzione elettrostatica, e non un passaggio per contatto di carica tra schiacciata e scudo.

Dati relativi alla conservazione

Armadio 10
Ripiano B
Scheda tecnica del produttore Officine Galileo
Collocazione Corridoio del primo piano del Liceo Classico Giulio Cesare

Sitografia

museiscientifici/giuliocesare_roma/elettroforo_di_volta.1581004751.txt.bz2 · Ultima modifica: 2020/11/18 13:14 (modifica esterna)