Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:strumenti:vetri_ottici

LAB2GO Scienza

Vetri ottici colorati

Descrizione

Il vetro è un materiale ottenuto tramite la solidificazione di un liquido non accompagnata dalla cristallizzazione. I vetri sono solidi amorfi, dunque non possiedono un reticolo cristallino ordinato, ma una struttura disordinata e rigida composta da atomi legati covalentemente; tale reticolo disordinato permette la presenza di interstizi in cui possono essere presenti impurezze, spesso desiderate, date da metalli.

Inoltre i suddetti vetri potrebbero essere ottenuti a partire da qualunque liquido, attraverso un rapido raffreddamento che non dia alle strutture cristalline il tempo di formarsi. Nella pratica, hanno la possibilità di solidificare sotto forma di vetro solo i materiali che abbiano una velocità di cristallizzazione molto lenta, come ad esempio l'ossido di silicio (SiO2), il diossido di germanio (GeO2), l'anidride borica (B2O3), l'anidride fosforica (P2O5), l'anidride arsenica (As2O5). In questo caso i vetri ottici presi in considerazione sono colorati per consentire all'osservatore di analizzare la variazione del raggio luminoso attraverso le differenti tonalità.

Esperienze

Esperienze possibili Descrizione

Sitografia

LinkDescizione
fisica/strumenti/vetri_ottici.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)