Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:strumenti:strumentoanellidinewton

Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

Entrambe le parti precedenti la revisione Revisione precedente
Prossima revisione
Revisione precedente
fisica:strumenti:strumentoanellidinewton [2018/02/14 15:30]
giuseppe.delmonte [Esperienze]
fisica:strumenti:strumentoanellidinewton [2019/09/23 14:30] (versione attuale)
Linea 1: Linea 1:
 {{tag>​fisica strumenti fisica:​strumenti}} {{tag>​fisica strumenti fisica:​strumenti}}
-{{autolink>​INSERISCI QUI IL NOME DELLO STRUMENTO}} 
 {{:​barra-strumento-new.png}} ​ [[http://​www.roma1.infn.it/​LAB2GO/​index.html|{{:​fisica.jpg?​nolink&​|LAB2GO Scienza}}]] {{:​barra-strumento-new.png}} ​ [[http://​www.roma1.infn.it/​LAB2GO/​index.html|{{:​fisica.jpg?​nolink&​|LAB2GO Scienza}}]]
  
Linea 7: Linea 6:
  
 //​**Descrizione**//​ //​**Descrizione**//​
 +
 Lo strumento studia la rifrazione della luce tra due superfici: una sferica e l'​altra piana adiacente alla prima. Con una luce monocromatica si osservano degli anelli concentrici altrernatamente chiari e scuri, centrati nel punto di contatto delle due superfici. Con una luce bianca si osserva una distribuzione degli anelli con i colori dello spettro visibile, ovvero gli stessi dell'​arcobaleno. Gli anelli chiari sono prodotti dall'​interferenza costruttiva,​ mentre quelli scuri da quella distruttiva. Inoltre gli anelli esterni sono piu' sottili di quelli intereni. Il fenomeno fu descritto per la prima volta da da Robert Hook, mentre una prima analisi quantitativa è da attribuire ad Isaac Newton. Lo strumento studia la rifrazione della luce tra due superfici: una sferica e l'​altra piana adiacente alla prima. Con una luce monocromatica si osservano degli anelli concentrici altrernatamente chiari e scuri, centrati nel punto di contatto delle due superfici. Con una luce bianca si osserva una distribuzione degli anelli con i colori dello spettro visibile, ovvero gli stessi dell'​arcobaleno. Gli anelli chiari sono prodotti dall'​interferenza costruttiva,​ mentre quelli scuri da quella distruttiva. Inoltre gli anelli esterni sono piu' sottili di quelli intereni. Il fenomeno fu descritto per la prima volta da da Robert Hook, mentre una prima analisi quantitativa è da attribuire ad Isaac Newton.
  
Linea 18: Linea 18:
  
  
-^esperienze^ +[[fisica:​esperienze:​riflessione_della_luce|Riflessione della Luce]]
-|[[fisica:​esperienze:​riflessionedellaluce|Riflessione della Luce]] ​|+
  
 ===Sitografia=== ===Sitografia===
  
-^link^ +[[http://​www.liceoserpieri.it/​museo/​SchedaProdottoO.php?​ID=149|Liceo Serpieri]] 
-|http://​www.liceoserpieri.it/​museo/​SchedaProdottoO.php?​ID=149| + 
-|https://​it.wikipedia.org/​wiki/​Anelli_di_Newton|+[[https://​it.wikipedia.org/​wiki/​Anelli_di_Newton|Wikipedia]]
  
  
  
fisica/strumenti/strumentoanellidinewton.1518622228.txt.bz2 · Ultima modifica: 2019/09/23 14:33 (modifica esterna)