Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:strumenti:pentola_di_papin

LAB2GO Scienza

Pentola di Papin

Descrizione

Papin aveva osservato che il vapore che si libera in seguito al riscaldamento dell’acqua ha un volume molto grande, 1700 volte superiore a quello dell’acqua liquida; se quindi si scalda dell’acqua in un recipiente chiuso si forma una pressione e si raggiunge una temperatura ben superiore a 100°, quella dell’acqua bollente all’aria aperta. Gli alimenti cotti in una pentola chiusa cuociono dunque meglio, più rapidamente e con minore consumo di energia. Papin costruì così quello che chiamò un “digestore”, un recipiente con chiusura ermetica, riscaldato dall’esterno, nel quale venivano posti gli alimenti; il dispositivo era dotato di una valvola che permetteva lo sfiato del vapore quando la pressione era eccessiva: a oltre 100° di temperatura la pressione infatti è talmente elevata che si corre il rischio di una esplosione. Per prevenire questo rischio, Papin dunque munì la pentola di una valvola di sicurezza costituita da un foro sul coperchio tenuto chiuso da una leva caricata da una opportuna massa.

Funzionamento

Quando la pressione interna supera quella esercitata sulla superficie del foro dal sistema leva-massa, la valvola si apre lasciando sfuggire con continuità il vapore e mantenendo la pressione entro valori non pericolosi.

fisica/strumenti/pentola_di_papin.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)