Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:strumenti:oscilloscopio

LAB2GO Scienza

Oscilloscopio

Descrizione

L'oscilloscopio è uno strumento di misura elettronico che consente di visualizzare su un grafico bidimensionale l'andamento nel dominio del tempo dei segnali elettrici ed effettuare misure a lettura diretta di tensione (rappresentata sull'asse verticale) e periodo (con il tempo rappresentato sull'asse orizzontale). L'oscilloscopio è uno strumento di misura elettronico che permette di osservare l'andamento di un segnale elettrico nel tempo e quindi il comportamento di una tensione in un grafico bidimensionale. Il modello analogico HM312 di marca HAMEG, presente nell'IIS Via Silvestri 301, consente di ricavare grandezze quali: corrente, potenza ed energia del segnale. Come si puo osservare dalla figura in alto lo strumento è dotato di un'interfaccia grafica su cui è presente una griglia cartesiana. L'asse verticale Y indica la tensione, mentre l'asse orizzontale X indica la base tempi. Le manopole regolano l'ampiezza, l'intensità e la frequenza di campionamento. L'Oscilloscopio descritto è di tipo DC/AC ossia permette di visualizzare sia la corrente continua (direct current) sia la corrente alternata (alternating current). Come in tutti gli Oscilloscopi, nel nostro strumento è presente un Trigger. Il Trigger è un sistema che permette di trovare l'istante in cui il segnale in ingresso supera un dato valore di soglia (regolabile attraverso l'apposita manopola). Quando questo accade la fase del segnale visibile sullo schermo si regola in modo autonomo in modo tale che il punto in cui il segnale raggiunge la soglia stabilita compaia sempre nello stesso punto dello schermo. Questo permette di rendere stabile l'immagine che altrimenti potrebbe apparire in movimento quando la sua frequenza non è un multiplo intero della base dei tempi. Questa pagina dovrebbe servire un po' come un manuale di istruzioni minimale: è necessario descrivere le operazioni di base per il corretto funzionamento dello strumento nella sua configurazione più semplice, facendo anche uso di supporti multimediali. In primo luogo si collega lo strumento alla rete elettrica e successivamente lo si accende. Si procede collegando lo strumento , tramite un cavo con un connettore BNC, a un segnale, del quale si vuole visualizzare il grafico. Il conduttore centrale del cavo va collegato al segnale da misurare e l'altro a massa. Naturalmente, perché si abbia un effetto visibile di un andamento oscillatorio, è necessario che il segnale non sia costante (per esempio una pila), quindi si deve usare un trasformatore di corrente alternata che produca in uscita una bassa tensione oscillante. A questo punto si regola la base dei tempi con l'apposita manopola e quella delle tensione con la manopola corrispondente al canale nel quale è stato introdotto il segnale. L'oscilloscopio possiede due canali d'ingresso per cui e'possibile registrare due segnali contemporaneamente.

Esperienze

Esperienze Descrizione
Misuratore di frequenze In fisica la frequenza di un fenomeno che presenta un andamento costituito da eventi che nel tempo si ripetono identici o (quasi identici) viene data dal numero degli eventi che vengono ripetuti in una data unità di tempo.
Deflessione degli elettroni e misura di e/mObiettivo dell'esperienza è stimare il rapporto tra la carica dell'elettrone e la sua massa ( e/m ) utilizzando la deflessione degli elettroni emessi dalla valvola termoionica all'interno di un campo magnetico uniforme.

Sitografia

Link Descrizione
Wikipedia informazioni generali
Video interattivo Esperienza in laboratorio
Oscilloscopio a raggi catodici Differente tipo di oscilloscopio
fisica/strumenti/oscilloscopio.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)