Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:strumenti:motoreaquattrotempi

LAB2GO Scienza

Motore a quattro tempi

Descrizione Con il nome di ciclo motore si indica il complesso delle trasformazioni subite dalla miscela di aria e benzina all'interno del cilindro e che si ripetono periodicamente o ciclicamente.

In questa tipologia di motore un ciclo completo è composto da quattro fasi che si susseguono e si ripetono e, in ordine, sono: aspirazione, compressione, espansione e scarico. Al termine del ciclo si sono svolti “due giri” dell'albero a gomito che compie quindi 720° di rotazione.

Aspirazione: il pistone inizialmente al PMS (Punto Morto Superiore) scendo fino al PMI (Punto Morto Inferiore) causando all'interno del cilindro una depressione che, man mano che la valvola di aspirazione si apre, richiama la miscela aria-carburante dal condotto di aspirazione (0-180°).

Compressione: ora il pistone si trova al PMI e sale verso il PMS comprimendo la miscela aria-carburante provando un aumento di pressione (oltre i 20 bar) e di temperatura (380-500 °C) nella camera di combustione (180-360°).

Espansione: una volta che la miscela è compressa, gli elettrodi della candela provocano una scintilla che accende la miscela aria-benzina dando inizio alla combustione che produce calore e che quindi provoca un aumento di temperatura e di conseguenza di pressione (oltre gli 85 bar). Il pistone viene spinto dalla pressione dei gas dal PMS al PMI (360-540°).

Scarico: il pistone si trova nuovamente al PMI, in questa fase sale al PMS per espellere i gas combusti attraverso la valvola di scarico e completando la seconda rotazione (540-720°) La fase di espansione è l'unica fase del ciclo “utile” in quanto viene fornita energia meccanica all'albero a gomiti.

Esperienze

Link Descrizione
Esp 1https://youtu.be/rTYR2BGQZWM

Sitografia

fisica/strumenti/motoreaquattrotempi.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)