Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:strumenti:mollaelicoidale

Questa è una vecchia versione del documento!


LAB2GO Scienza

Molla elicoidale (Accessorio)

Storia

Le molle appaiono intorno al XV secolo in lucchetti e orologi. Sostituendo il sistema di pesi che normalmente faceva funzionare gli orologi, con un meccanismo di carica a molla, gli orologiai furono in grado di realizzare strumenti portabili e affidabili. Nel 1676 il fisico inglese Robert Hooke scoprì una relazione funzionale adatta a schematizzare l'azione della molla, ovvero che la forza esercitata è proporzionale alla sua estensione: “Ut tensio, sic vis” che significa “come l'estensione, così la forza”. Questa relazione va sotto il nome di Legge di Hooke.

Teoria

La legge di Hooke afferma che la forza applicata da una molla, quando è sottoposta a compressione o trazione, è direttamente proporzionale allo spostamento subito, rispetto alla posizione di riposo, e opposta allo spostamento:

F=-kx

$\cdot$ F, è il modulo della forza

$\cdot$ k, è la costante elastica

$\cdot$ x, è il modulo dello spostamento subito dalla molla

Materiali

Inoltre la molla, a secondo delle applicazione può essere realizzata in diversi materiali:

MATERIALI UTILIZZO
Plastica applicazioni ludiche
Polimeri materiali compositi (PRFV)
Ferropoco utilizzato rispetto alle sue leghe(acciaio, INOX)
Tungstenomateriale dall'alto modulo elastico
fisica/strumenti/mollaelicoidale.1579707548.txt.bz2 · Ultima modifica: 2020/01/22 15:39 da lorenzo.caponera