Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:strumenti:lenti

LAB2GO Scienza

Le lenti

Descrizione

Si chiama lente una porzione di materiale trasparente limitata da due superfici, di cui almeno una ha forma di calotta sferica, che la separano dal mezzo circostante. Le proprietà delle lenti sono valide quando: A-il FASCIO DI RAGGI incidente sulla lente abbia una piccola apertura angolare; B-i RAGGI DI CURVATURA delle superfici sferiche che limitano la lente siano molto grandi rispetto al diametro di questa; C- la distanza fra le due superfici rifrangenti sia molto piccola rispetto ai loro raggi di curvatura (lente sottile).

Quando è verificata la condizione C, si può ammettere che i raggi incidenti sulla lente vengano deviati ma non spostati lateralmente in modo significativo; in questo caso la luce che attraversa la parte centrale della lente si comporta come se attraversasse una lamina di materiale trasparente, a facce piane e parallele, di piccolo spessore.

Il tipo di curvatura delle calotte sferiche che delimitano una lente determina 6 diversi tipi di lente:

L'asse ottico di una lente

Ogni direzione che passa per il centro della lente costituisce un asse ottico; quando la direzione è quella che coincide con l’asse di simmetria della lente passante per il suo centro, l’asse ottico si denomina PRINCIPALE, altrimenti i dice SECONDARIO.

Lenti biconcave

Le lenti biconcave sono oggetti formati da due superfici vetrose sagomate per far deviare i raggi di luce in modo da farli divergere. Se la lente è biconcava o piano-concava, un fascio collimato è fatto divergere e la lente è perciò detta negativa.

Lenti biconvesse

La lente è biconvessa o piano-convessa se un fascio di raggi paralleli all'asse che attraversa la lente viene “focalizzato” (cioè viene fatto convergere) su un punto dell'asse a una certa distanza oltre la lente, nota come distanza focale. Questo tipo di lente è detta positiva

Lenti graduate

Sono caratterizzate da un graduale aumento della potenza della lente. La lunghezza della variazione di potenza progressiva sulla superficie della lente dipende dal modello della stessa, con una potenza finale compresa tra 0,75 e 3,50 diottrie.

Esperienze

Esperienze possibili Descrizione

Sitografia

Link Descrizione


fisica/strumenti/lenti.txt · Ultima modifica: 2019/03/01 16:48 da beatrice.lupi