Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:strumenti:elettroscopio

Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

Entrambe le parti precedenti la revisione Revisione precedente
fisica:strumenti:elettroscopio [2019/03/30 18:37]
alice.apponi
fisica:strumenti:elettroscopio [2019/03/30 18:38] (versione attuale)
alice.apponi
Linea 25: Linea 25:
 {{:​fisica:​strumenti:​porco.jpg?​300|}} {{:​fisica:​strumenti:​porco.jpg?​300|}}
    
-**Elettroscopio condensatore**:​ L'​elettroscopio condensatore è uno strumento volto a migliorare la sensibilita`degli elettroscopi classici, ovvero rilevare la presenza di cariche elettrostatiche minori su un corpo, scoperto da Alessandro Volta. Si tratta di un [[fisica:​strumenti:​elettroscopio|elettroscopio]] ​fogli di alluminio che termina con un piattello sul quale viene appoggiato un altro piattello isolaato con gommolacca. La cassa è isolata da terra da una colonna di vetro, ma è munita di un gancetto che, facendo uso di una catenella, permette la messa a terra. Due piani pararalleli scorrevoli difendono le foglie e servono anche a modificare la sensibilità dello strumento. ​+**Elettroscopio condensatore**:​ L'​elettroscopio condensatore è uno strumento volto a migliorare la sensibilita`degli elettroscopi classici, ovvero rilevare la presenza di cariche elettrostatiche minori su un corpo, scoperto da Alessandro Volta. Si tratta di un elettroscopio a foglie ​di alluminio che termina con un piattello sul quale viene appoggiato un altro piattello isolaato con gommolacca. La cassa è isolata da terra da una colonna di vetro, ma è munita di un gancetto che, facendo uso di una catenella, permette la messa a terra. Due piani pararalleli scorrevoli difendono le foglie e servono anche a modificare la sensibilità dello strumento. ​
 L’elettrizzazione dello strumento avviene ponendo un corpo elettrizzato a contatto con il disco superiore (A) e toccando con un dito bagnato il disco inferiore (B). Se il corpo è elettrizzato positivamente,​ anche A si elettrizza positivamente. Attraverso lo strato isolante, il fluido presente in A respinge quello presente in B. Quindi il disco inferiore B si elettrizzerà negativamente nella faccia a contatto con la resina e positivamente nella parte inferiore; attraverso lo sperimentatore,​ non isolato da terra, il fluido elettrico viene disperso a terra. Rimossi quindi il dito e il corpo elettrizzato,​ le due facce a contatto con la vernice isolante dei dischi dell’elettroscopio restano elettrizzate di segno opposto le pagliuzze dell’elettroscopio restano immobili perché l’eccesso di fluido in A impedisce che la carenza in B sia compensata dal fluido presente nelle pagliuzze. Se però il disco A viene allontanato,​ cessa questo vincolo. Il fluido si ridistribuisce nell’elettroscopio e le pagliuzze divergono. L’elettrizzazione dello strumento avviene ponendo un corpo elettrizzato a contatto con il disco superiore (A) e toccando con un dito bagnato il disco inferiore (B). Se il corpo è elettrizzato positivamente,​ anche A si elettrizza positivamente. Attraverso lo strato isolante, il fluido presente in A respinge quello presente in B. Quindi il disco inferiore B si elettrizzerà negativamente nella faccia a contatto con la resina e positivamente nella parte inferiore; attraverso lo sperimentatore,​ non isolato da terra, il fluido elettrico viene disperso a terra. Rimossi quindi il dito e il corpo elettrizzato,​ le due facce a contatto con la vernice isolante dei dischi dell’elettroscopio restano elettrizzate di segno opposto le pagliuzze dell’elettroscopio restano immobili perché l’eccesso di fluido in A impedisce che la carenza in B sia compensata dal fluido presente nelle pagliuzze. Se però il disco A viene allontanato,​ cessa questo vincolo. Il fluido si ridistribuisce nell’elettroscopio e le pagliuzze divergono.
  
fisica/strumenti/elettroscopio.txt · Ultima modifica: 2019/03/30 18:38 da alice.apponi