Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:strumenti:diapason

LAB2GO Scienza

Diapason

Descrizione

Il diapason è formato da una forcella di acciaio piegata a U e sostenuta nel mezzo, i cui rami si dicono rebbî. È uno strumento che serve a produrre suoni persistenti di un'altezza perfettamente determinata, ed è specialmente notevole perché può considerarsi come una sorgente sonora che vibra di moto armonico semplice, producendo un suono semplice, non accompagnato dagli armonici. Per ottenere questo però è necessario montare il diapason su una cassettina di legno avente opportuna lunghezza (cassetta di risonanza). Il solo diapason, infatti, oltre alla nota fondamentale emette debolmente anche la quinta della sua doppia ottava. La cassetta di risonanza rinforzando solo il suono fondamentale, rende impercettibile l'emissione dell'altro suono. Il diapason può essere eccitato in varî modi (per strofinio con un archetto, per percussione ecc.). La frequenza del suono prodotto dipende dalle proprietà elastiche del materiale di cui è costituito. Il più diffuso è il diapason in La, che oscilla a una frequenza di 440 Hertz corrispondente al La della quarta ottava del pianoforte.

Riferimenti storici

La sua invenzione può essere ascritta al musicista John Shore nel 1711 che lavorava con il compositore George Frideric Haendel.

Esperienze

Esperienze possibili Descrizione
Risonanza acustica Disponiamo i due diapason in modo che le aperture nelle casse di risonanza si trovino una davanti all'altra, anche adiacenti ma non a una grande distanza tra loro, in modo tale che colpendo con il martelletto in dotazione un solo diapason le onde si propagano nel secondo sistema oscillante (diapason), facendolo vibrare. Anche rimuovendo la sorgente, il secondo diapason continuera` la sua oscillazione.
BattimentiDisponendo i diapason, immaginando che le onde si propagheranno dalla cassa di risonanza verso l'esterno, facciamo in modo che, colpendo i diapason con stessa forza ma in momenti diversi, con uno scarto temporale di una frazione di secondo, le onde si sovrappongano dando origine a un effetto vibratorio particolare, caratterizzato da rapide ondulazioni acustiche. Effetto sonoro.
Oscillazioni meccanicheUna pallina viene legata ad un filo e sospesa vicino al diapason in modo che i due oggetti non si tocchino. Quando il diapason viene percosso con il martelletto la pallina comincia ad oscillare e si ferma solo dopo che il diapason cessa di vibrare. Ciò è dovuto alle vibrazioni che si trasmettono nell'aria giungendo alla pallina e facendola oscillare.

Sitografia

Link Descrizione
YouTubeVideo dimostrativo esperienze con diapason della Treccani Scuola
Università di PadovaEsperienze
WikipediaCaratteristiche
Museo "La Sapienza" Coppia di diapason per la composizione e la comparazione delle vibrazioni coi metodi di Lissajous
fisica/strumenti/diapason.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)