Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:strumenti:camera_a_nebbia

Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

Entrambe le parti precedenti la revisione Revisione precedente
Prossima revisione
Revisione precedente
fisica:strumenti:camera_a_nebbia [2019/07/15 09:20]
gabriele.galbatomuscio
fisica:strumenti:camera_a_nebbia [2019/07/15 09:37]
gabriele.galbatomuscio ↷ Il nome della pagina è stato cambiato da fisica:strumenti:cameraanebbia a fisica:strumenti:camera_a_nebbia
Linea 17: Linea 17:
  
 Alternativamente è possibile evitare l'​utilizzo dello stantuffo per soprassaturare il vapore usando una configurazione con alcol e ghiaccio secco: maggiori dettagli su questa configurazione sono forniti nella sitografia. Alternativamente è possibile evitare l'​utilizzo dello stantuffo per soprassaturare il vapore usando una configurazione con alcol e ghiaccio secco: maggiori dettagli su questa configurazione sono forniti nella sitografia.
- +Questa camera a nebbia è fondamentalmente un contenitore a tenuta d’aria riempito con una mistura di aria e vapore d’alcol. L’alcol liquido evapora da un serbatoio e si diffonde attraverso l’aria della camera. Raffreddando la base con del ghiaccio secco (ghiaccio di anidride carbonica che è ad una temperatura costante di –79 °C mentre sublima) si ottiene un intenso gradiente di temperatura lungo la verticale. In questo modo si forma sul fondo una zona di vapore d’alcol sovrasatura. Lo strato sensibile è instabile: ha una quantità di vapore d’alcol freddo in misura maggiore di quella che può mantenere. Il processo di condensazione scatta al passaggio della particella carica con energia sufficiente a ionizzare atomi lungo il suo cammino. Questi ioni sono i nuclei di condensazione attorno ai quali le goccioline di liquido formano una scia.
- +
-\\ +
- +
-===Esperienze=== +
- +
-{{tablelayout?​colwidth="​250px,​360px}} +
-|Rilevare particelle elementari|Questa camera a nebbia è fondamentalmente un contenitore a tenuta d’aria riempito con una mistura di aria e vapore d’alcol. L’alcol liquido evapora da un serbatoio e si diffonde attraverso l’aria della camera. Raffreddando la base con del ghiaccio secco (ghiaccio di anidride carbonica che è ad una temperatura costante di –79 °C mentre sublima) si ottiene un intenso gradiente di temperatura lungo la verticale. In questo modo si forma sul fondo una zona di vapore d’alcol sovrasatura. Lo strato sensibile è instabile: ha una quantità di vapore d’alcol freddo in misura maggiore di quella che può mantenere. Il processo di condensazione scatta al passaggio della particella carica con energia sufficiente a ionizzare atomi lungo il suo cammino. Questi ioni sono i nuclei di condensazione attorno ai quali le goccioline di liquido formano una scia.+
- +
- +
- +
- +
  
  
fisica/strumenti/camera_a_nebbia.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)