Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:strumenti:bottiglia_di_leyda

Questa è una vecchia versione del documento!


https://lab2go.roma1.infn.it/doku.php?id=fisica:esperienze:caricaescaricadienergiaelettrica&s[]=bottiglia&s[]=di&s[]=leyda

Bottiglia di Leyda

Descrizione

La bottiglia di Leida costituisce la forma più antica di condensatore elettrico. Fu utilizzata per condurre molti dei primi esperimenti sull'elettricità durante la seconda metà del XVIII secolo. L'invenzione viene attribuita generalmente all'olandese Pieter van Musschenbroek, di Leida, nei Paesi Bassi. Una bottiglia di Leida consiste tipicamente in un contenitore di vetro (per esempio una bottiglia) coperto da un rivestimento metallico all'interno e da un altro simile dalla parte esterna. Il rivestimento interno è collegato all'elettrodo di un generatore elettrostatico attraverso un conduttore (un cavo, una catena, ecc.), mentre il vetro funge da dielettrico. Le bottiglie di Leida possiedono una capacità elettrica piuttosto elevata, che unita all'alta rigidità dielettrica e allo spessore del vetro, le rende ideali come condensatori per alta tensione.

Esperienze

Sitografia

fisica/strumenti/bottiglia_di_leyda.1574693100.txt.bz2 · Ultima modifica: 2019/11/25 14:45 da davide.fallara