Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:strumenti:apparecchio_per_la_teoria_del_cuneo

LAB2GO Scienza

Apparecchio per la teoria del cuneo

Un prisma a sezione triangolare viene forzato tra due rulli ad assi di rotazione paralleli e tende ad allontanarli. Sul piatto mobile, unito al rullo superiore, si applica la resistenza ponendovi un peso, mentre la forza motrice viene applicata al prisma con uno spago, una puleggia e un piattello su cui mettere un peso.

Che cos'è un cuneo:

Il cuneo è un prisma a sezione triangolare in legno duro di cui una delle facce è piccola rispetto alle altre, ed è utilizzato per fendere un corpo e separarne le parti. Il cuneo è, per definizione tratta dalla meccanica classica, l’insieme di due piani inclinati con le basi unite; si può dimostrare, inoltre, che quanto più piccolo è l’angolo che formano le facce laterali, tanto minore sarà la forza necessaria per ottenere l’effetto di fenditura.

Conduzione dell'esperimento

Si pone l’apparecchio vicino all’orlo di un tavolo, così che il piattello possa scendere liberamente. Quindi si fa equilibrio al cuneo, che tende a retrocedere verso la parete, con una tara sul piattello. Si appoggia un peso noto sul piatto sovrastante il rullo superiore, poi, per impedire che il cuneo retroceda di nuovo, si mettono sul piattello pesi tarati che rappresentano la forza motrice. Tutti i perni vanno leggermente oliati. La condizione di equilibrio è:
P : R = t : s ;
dove P è la forza motrice, R è la forza resistente, t è lunghezza della testa e s la lunghezza del fianco del cuneo.

Sitografia

Link Descrizione
Modello di cuneo Off. Galileo Firenze N° 94092, Istituto Montani Museo virtuale Istituto Montani


fisica/strumenti/apparecchio_per_la_teoria_del_cuneo.txt · Ultima modifica: 2023/12/02 16:04 da fabio.panfili