Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:strumenti:amperometro

LAB2GO Scienza

Amperometro

Descrizione

L'amperometro è uno strumento per la misurazione dell’intensità di corrente elettrica. La misura è indicata da un indice, digitale o analogico, su di una scala graduata in ampere o in multipli o sottomultipli (mA: milliamperometro; in μA microamperometro). L'ampere si distingue dal voltaggio (differenza di energia a due estremi del trasformatore), e dalla resistenza. L'amperaggio può misurare sia la corrente continua, quando il flusso di corrente da un estremo all'altro è costante, sia la corrente alterata, quando la differenza di potenziale è sempre variabile.+ Un amperometro è caratterizzato, oltre che dalle proprietà metrologiche tipiche degli strumenti di misurazione, dalla sua resistenza interna, ossia la sua tendenza ad opporsi al passaggio di una corrente elettrica.

Tipologie di amperometro

Amperometro digitale: E' costituito da un voltmetro digitale che riconduce la misura di corrente a una misura di tensione leggendo la tensione ai capi di una resistenza di precisione attraversata dalla corrente in esame.

Amperometro analogico elettromagnetico: E' costituito da una bobina fissa che può essere costituita da una sola spira, permettendo di raggiungere portate dirette di oltre 100 ampere, o di molte spire di filo di piccola dimensione se invece la portata dell'amperometro non è molto elevata.

Amperometro analogico elettrodinamico: possiede due bobine che possono essere collegate sia in serie, sia in parallelo. Nel caso di collegamento in serie,la portata dell'amperometro è di pochi milliampere, se vogliamo un amperometro che possa misurare correnti più intense dobbiamo collegare le due bobine in parallelo.

Amperometro analogico ad induzione: Per poter avere un amperometro che funzioni con il principio dell'induzione bisogna avere due flussi sfasati tra loro. Si sfruttano fenomeni d’induzione tra un induttore fisso percorso dalla corrente sotto misurazione e un indotto mobile, solitamente costituito da un disco parzialmente schermato da lamine di materiale diamagnetico: questa disposizione determina una rotazione del disco, ostacolata dalla reazione di una molla a spirale d.

Amperometro analogico elettrotermico: La categoria degli amperometri elettrotermici comprende quelli a filo caldo e quelli a termocoppia. Gli amperometri a filo caldo sono costituiti da un filo, teso tra i morsetti dello strumento, che riscaldandosi per azione della corrente sotto misurazione si allunga e fa ruotare l’indice. Sono usati per correnti continue e alternate, anche ad alta frequenza; sono generalmente muniti di smorzatore elettromagnetico. Gli amperometri a termocoppia sono costituiti da una bobina mobile connessa agli estremi di una coppia termoelettrica o riscaldata da un filo percorso dalla corrente sotto misurazione: dall’intensità della corrente termoelettrica si risale a quella della corrente che percorre il filo.

Amperometro analogico elettrostatico: Permette di misurare la tensione che si genera quando una resistenza di valore noto è attraversata dalla nostra corrente da misurare. Per rendere sensibile un amperometro elettrostatico bisognerebbe che la resistenza sia elevata, ma questo influirebbe notevolmente sulla corrente che si intendeva misurare alterando il funzionamento del circuito sotto esame. Per questo motivo gli amperometri elettrostatici, praticamente, non esistono o sono rarissimi.

Amperometro a corrente continua: Permette di misurare l'intensità della corrente continua.

Esperienze

Sitografia

Link Descrizione
Amperometro Wikipedia
Amperometro Enciclopedia Treccani


fisica/strumenti/amperometro.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)