Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:esperienze:motooscillatorio

Questa è una vecchia versione del documento!


LAB2GO Scienza

Moto Oscillatorio

Descrizione Il moto oscillatorio, che viene anche chiamato moto pendolare perché caratteristico del pendolo è un caso particolare del moto vario. Costruendo un rudimentale pendolo appendendo a un gancio l’estremità di una cordicella, applicando all’altra estremità un peso e imprimendogli una spinta si può osservare tale moto. I continui movimenti del punto P da A a B e da B a A, si chiamano oscillazioni. Se il punto P percorre due volte l’arco, andando da A a B, e poi da B ad A, compie una oscillazione completa. L’angolo OSA (oppure OSB) è denominato ampiezza dell’oscillazione. Il tempo impiegato dal punto P a compiere un’oscillazione completa si chiama periodo. Il numero delle oscillazioni complete che il punto P compie in un secondo, prende il nome di frequenza. È importante rilevare che il tempo impiegato a compiere un’oscillazione di qualsiasi ampiezza, purché sia piccola, è sempre identico (= isocronismo delle piccole oscillazioni).

:-(

Strumenti necessari
Pendolo

Sitografia

fisica/esperienze/motooscillatorio.1522856865.txt.bz2 · Ultima modifica: 2022/09/12 10:01 (modifica esterna)