Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:esperienze:calibro_ventesimale

LAB2GO I.I.S “MARGHERITA HACK”- MORLUPO ANNO SCOLASTICO 2018/2019

LAB2GO Scienza

Misure di lunghezza

Obiettivi

Gli obiettivi principali sono:

a. imparare ad utilizzare il calibro,

b. calcolare attraverso misurazioni indirette il volume V di un solido regolare, e l'incertezza corrispondente attraverso le leggi di propagazione degli errori.

Uso di un calibro ventesimale a nonio

La parte mobile del calibro è chiamata nonio. grazie ad essa è possibile riuscire a portare l'errore di sensibilità dello strumento fino a un ventesimo di millimetro (0,05 mm). Per leggere la misurazione, si va a leggere su quale valore nella scala principale si è posizionato lo 0 del nonio. Per capire quale frazione di millimetro aggiungere andiamo a rilevare quale divisione del nonio si sovrappone esattamente ad una delle divisioni sulla scala principale.

Descrizione della prova

Dopo aver misurato con il calibro ventesimale i tre spigoli di un parallelepipedo, se ne calcolerà il volume e il corrispondente errore di propagazione.

V= a × b × h

E' tuttavia importante sottolineare che in fisica le misure non sono mai certe; per questo motivo è importante indicare anche l'incertezza, che, se si esegue una sola misura, è uguale alla sensibilità dello strumento. E' quindi opportuno scrivere:

Misura attendibile= M ± errore assoluto

Strumenti necessari
calibro ventesimale
solido regolare

Schede didattiche


fisica/esperienze/calibro_ventesimale.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)