Strumenti Utente

Strumenti Sito


fisica:esperienze:calcolo_delle_resistenze

LAB2GO I.I.S “MARGHERITA HACK”- MORLUPO ANNO SCOLASTICO 2018/2019

LAB2GO Scienza

LAB2GO I.I.S "Margherita Hack" - Morlupo

LAB2GO - Liceo Scientifico Statale "G.Piazzi" a.s. 2018-2019

Calcolo delle resistenze

Scopo

-Determinare la resistenza del conduttore.

-Verificare che nel collegamento in serie la resistenza sia pari a: RT = R1 + R2 +…+Rn

-Verificare che nel collegamento in parallelo la resistenza sia pari a: RT = (R1XR2)/(R1+R2)

Strumenti necessari
2 resistori di valore noto.
2 multimetri.
alimentatore a tensione variabile.
cavetti di collegamento.
supporto

Descrizione attività

Misurare il valore delle resistenze in serie e in parallelo.

Il resistore (anche chiamato resistenza) è un componente elettrico destinato a opporre una resistenza al passaggio della corrente elettrica. Ogni resistore oppone una specifica resistenza il cui valore varia in base ai suoi colori. L’unità di misura dei resistori è l’ohm.

Resistori in serie:la corrente che percorre il resistore R1 deve percorrere anche il resistore R2, in quanto nel punto di unione tra R1 ed R2 non vi sono altri componenti; per cui si dice che sono collegati in serie. Tale tipo di collegamento è richiesto quando si vogliono ottenere tensioni inferiori a quella di alimentazione del circuito.  -Due o più resistori sono collegati in serie quando sono percorsi dalla stessa corrente.

-La resistenza totale di n resistori in serie è data dalla somma delle resistenze di ciascun resistore: Req=RT = R1 + R2 + R3+ ……

Resistori in parallelo:-Due o più resistori sono collegati in parallelo quando i rispettivi morsetti sono collegati l'uno con l'altro in modo che la tensione applicata sia la stessa. Il collegamento in parallelo è il più utilizzato, infatti in una comune abitazione tutte le apparecchiature elettriche sono collegate in parallelo.

-Per calcolare la resistenza totale si usa la seguente formula: RT = (R1XR2)/(R1+R2)

RIFERIMENTI STORICI

Ohm

Ohm(1789-1854) attraverso alcuni esperimenti cercò di misurare le diverse intensità di corrente in un circuito e, adattando all’elettricità i concetti relativi ad un fluido che scorre, definì la differenza di potenziale, di intensità di corrente e di resistenza alla conduzione, con il risultato della 1^ legge di Ohm.


fisica/esperienze/calcolo_delle_resistenze.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)