Strumenti Utente

Strumenti Sito


chimica:strumenti:bicromato_di_potassio

LAB2GO Scienza

Bicromato di Potassio

Descrizione

Il bicromato di potassio (o dicromato di potassio) con formula chimica Kr2Cr2O72- è il sale di potassio dell'acido dicromico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido arancio-rossastro ed inodore; si tratta di un composto dalle spiccate proprietà ossidanti, ma è anche estremamente tossico e cancerogeno per il suo contenuto di cromo esavalente. Viene aggiunto negli acciai per scorrimento a caldo ed ha la funzione di diminuire la sensibilità all'infragilimento da idrogeno.

In acqua si dissocia in ioni dicromato e in ioni potassio. In soluzione si instaura inoltre un equlibrio tra anione dicromato e anione cromato, fortemente dipendente dal pH. Se la soluzione è basica prevarrà l'anione cromato, giallino, mentre in soluzione acida il dicromato, arancio.

Lo ione dicromato (Cr2O72-), essendo un forte agente ossidante (meno forte comunque del permanganato), è comunemente usato in laboratorio nelle reazioni di ossido-riduzione, avendo inoltre il vantaggio di essere uno standard primario. In particolare, si usa il dicromato di potassio nei test di alcoli primari e secondari. L'etanolo è un alcol primario che, in presenza di un eccesso di ossidante, si ossida in acido acetico.

La reazione è catalizzata con nitrato d'argento. Lo ione dicromato è arancione e il colore, a riduzione completata, passa al verde (colore dello ione cromo trivalente), indicando o meno la presenza di alcol.

In passato tale reazione era sfruttata dagli alcool-test portatili per rilevare l'avvenuta assunzione di etanolo.

Sitografia

Link Descrizione
https://it.wikipedia.org/wiki/Bicromato_di_potassioBicromato di potassio


chimica/strumenti/bicromato_di_potassio.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)