Strumenti Utente

Strumenti Sito


chimica:esperienze:golden_rain

LAB2GO Scienza

Golden Rain

Descrizione

la Golden Rain è un'esperienza che si basa sulla dissoluzione e sulla precipitazione. Facciamo precipitare lo ioduro di piombo solido (PbI2) mescolando due soluzioni acquose di nitrato di piombo e ioduro di potassio: si formerà un solido giallo pulverulento. Successivamente facciamo ridisciogliere PbI2 solido mediante riscaldamento e infine facciamo riprecipitare PbI2 solido mediante lento raffreddamento: si formeranno cristalli aghiformi brillanti – la “pioggia d’oro”.

Strumenti

Strumenti necessari Quantità
Beuta da 100ml 1
Cilindro graduato da 300ml 1
Cilindro graduato da 25ml 2
Piastra riscaldante con agitatore magnetico 1
Ancoretta magnetica rivestita in PTFE 1
Spruzzetta con acqua distillata 1
Bilancia 1
Spatoline 2

Sostanze

Sostanze necessarie Concentrazione Sds
Pb(NO3)2 0.02 M SDS Nitrato di Piombo
KI 0.01 M SDS Ioduro di Potassio
HNO3 SDS Acido Nitrico

Procedimento

Pesiamo sotto cappa le quantità opportune dei due sali e le introduciamo nel cilindro graduato grande e aggiungiamo acqua fino al volume di 300 mL. Se la soluzione di nitrato di piombo risulta torbida (a causa di tracce di carbonato di piombo) aggiungiamo qualche goccia di acido nitrico. Poi preleviamo una porzione delle due soluzioni preparate nel passaggio precedente (20 mL di ciascuna soluzione) versandole nei due cilindri graduati più piccoli, versiamo le due soluzioni nella beuta e prendiamo la beuta per il collo agitandola con cautela. La soluzione diventerà gialla e torbida e si formerà un solido indisciolto, gli ioni Pb2+ e I– si associano formando il sale PbI2 che, essendo poco solubile, precipita come solido. Gli ioni K+ e NO3– rimangono disciolti in soluzione: il sale KNO3 è molto solubile e dunque non forma un precipitato solido. Successivamente poniamo la beuta sulla piastra riscaldante dopo avervi inserito l’ancora magnetica e mettiamo in agitazione impostando la temperatura di 90 °C. Il sale giallo si ridiscioglierà e la soluzione ridiventerà incolore, a mano a mano che la soluzione si riscalda il sale aumenta la sua solubilità e quindi il precipitato che si era formato si scioglie nuovamente. Il sale solido PbI2 si dissocia restituendo gli ioni Pb2+ e I– che si disperdono nella soluzione. Infine spegniamo riscaldamento e agitazione, togliamo l’ancoretta magnetica dalla beuta e aspettiamo. A mano a mano che la soluzione si raffredda, osserviamo nuovamente la formazione di cristalli di PbI2, questa volta in forma di aghetti dorati che scivolano lentamente verso il fondo della beuta: è la “pioggia d’oro”.

Sitografia

Link Descrizione
Esperimento Golden Rain 1 Video link
Esperimento Golden Rain 2 Video link
Esperimento Golden Rain 3 Video link


chimica/esperienze/golden_rain.txt · Ultima modifica: 2021/04/08 15:52 da paolo.marchetti