Strumenti Utente

Strumenti Sito


biologia:strumenti:il_rizobio_delle_leguminose

IL RIZOBIO DELLE LEGUMINOSE

Il genere Rhizobium è caratterizzato da numerosi ceppi che entrano in simbiosi con specie vegetali a rapido accrescimento, in particolare con le leguminose erbacee. Morfologicamente si tratta di batteri procarioti, Gram-negativi, mobili, non sporigeni, autotrofi facoltativi per l’azoto e aerobi.

In situazioni particolari questi batteri possono penetrare attraverso i peli radicali ed entrare così nei tessuti della radice, insediandosi nel citoplasma delle cellule. Al loro interno i batteri stessi subiscono mutamenti di forma e dimensione: si accrescono, diventando più grandi di quasi trenta volte, assumono forme ad Y oppure a bastoncino con ispessimento, differenziano la struttura azotofissatrice, e avvalendosi di una membrana plasmatica prodotta dalla pianta ospite si trasformano in batteroidi, iniziando così il rapporto simbiotico. E’ interessante notare che tale rapporto comporta un controllo da parte della pianta della loro riproduzione.

Il processo di inoculazione e sviluppo simbiotico richiede quindi una differenziazione concertata tra il batterio e la cellula vegetale ospitante: tale comunicazione tra batterio e cellula vegetale avviene per via molecolare-metabolica ancora prima che il Rhizobium entri nella cellula stessa.

Si possono individuare quattro fasi principali:

riconoscimento pianta-batterio diffusione dell’infezione batterica nelle radici sviluppo del nodulo radicale e della struttura simbiotica azotofissazione e inizio del rapporto simbiotico

biologia/strumenti/il_rizobio_delle_leguminose.txt · Ultima modifica: 2020/11/18 13:05 (modifica esterna)