Strumenti Utente

Strumenti Sito


biologia:esperienzedaremoto2021:chirotteri

CHIROTTERI

Dominio Eukaryota
Phylum Chordata
Classe Mammalia
ORDINE Chiroptera
Caratteristiche All'ordine dei Chirotteri appartengono gli unici mammiferi in grado di volare e compiere manovre complesse in aria. La specie più piccola, il pipistrello calabrone, non pesa più di 2 grammi ed è ritenuto, insieme al mustiolo etrusco, il più piccolo mammifero al mondo. Le specie più grandi, invece, appartengono ai generi Pteropus e Acerodon, le quali raggiungono un peso di circa 1,6 kg e un'apertura alare fino a 1,8 metri.
Le ali di questi mammiferi si sono sviluppate a partire da modifiche sostanziali dell'arto superiore, dove l'avambraccio e, ancor di più, le ossa metacarpali e le falangi della mano hanno subito un allungamento sproporzionato. Le dita sono unite tra loro da una membrana cutanea vascolarizzata,chiamata patagio, la quale si estende fino ai fianchi del corpo e agli arti inferiori. In gran parte delle specie esiste un'ulteriore membrana tra le zampe, chiamata membrana interfemorale o uropatagio, e che talvolta può incorporare la coda. Solitamente alla base della zampa caviglia è posizionato uno sperone cartilagineo, chiamato calcar che permette il dispiegamento e il sostentamento della membrana. Le proporzioni alari variano notevolmente tra le diverse specie e possono essere lunghe e strette nei pipistrelli che hanno bisogno di grande autonomia, oppure corte e larghe in quelli che sono soliti effettuare manovre rapide e con improvvisi cambi di direzione, specialmente nella fitta vegetazione e in presenza di ostacoli.Un’altra caratteristica peculiare dei chirotteri è la loro capacità di orientarsi al buio mediante l’ecolocalizzazione, che permette a questi animali di visualizzare gli oggetti grazie a dei suoni a una frequenza molto bassa. I pipistrelli emettono dei suoni che rimbalzano sugli oggetti intorno a loro e, quando il suono torna indietro, sono capaci di dedurre cosa li circonda. L’ecolocalizzazione viene usata anche per la caccia e la comunicazione.
riproduzioneL'accoppiamento dei Chirotteri, in Europa, ha luogo in autunno, da settembre a novembre, prima del letargo invernale, ed è ormai accertato che le femmine conservano lo sperma nell'utero durante il periodo del letargo ed è solo nella primavera successiva, quando in marzo-aprile iniziano la loro vita attiva, che ha luogo l'ovulazione e la fecondazione. L'uovo fecondato si fissa nel corno destro dell'utero, la gestazione dura all'incirca due mesi, la nascita ha luogo in maggio-giugno. Si ha una sola generazione all'anno e di regola è partorito un solo piccolo, di rado due. Il neonato ha gli occhi chiusi, ma è completamente sviluppato, e con le unghie del pollice e dei piedi si aggrappa al corpo materno e si fissa con i denti di latte al capezzolo. Le ghiandole mammarie sono due, pettorali, per lo più ascellari. La madre porta seco durante il volo il piccolo e non lo abbandona che dopo 5-6 settimane, quando, avendo raggiunto notevoli dimensioni, basta a sé stesso. In alcune specie le femmine, durante la gestazione e l'allattamento si riuniscono in colonie numerose, dalle quali sono esclusi i maschi.

Alcune specie che troviamo sono :

Dominio Eukaryota
Phylum Chordata
Classe Mammalia
ORDINE Chiroptera
specie Pipistrellus pipistrellus
descrizione Questo è, tra le specie di pipistrelli in Europa, il più piccolo. E’ lungo appena sei centimetri e possiede un’apertura alare di circa 20-25 centimetri. Ha un colore marrone o grigio, a volte quasi nero. Il ventre è di una tonalità più chiara. Questi mammiferi hanno piccole orecchie e anche il naso è particolarmente corto. Vanno in letargo alla fine dell’autunno e si risvegliano con l’arrivo della primavera. Vivono in grandi gruppi, sia durante la veglia e per tutto l’inverno.Questo tipo di pipistrello è presente su tutto il territorio italiano, isole comprese: si tratta di piccoli esemplari che possono essere visti al tramonto in città o in zone rurali. Mangiano piccoli insetti come coleotteri o zanzare .
Dominio Eukaryota
Phylum Chordata
Classe Mammalia
ORDINE Chiroptera
specie (Acerodon jubatus
descrizione A differenza del precedente, la volpe volante dal capo dorato è una delle più grandi specie di pipistrelli esistenti al mondo. Si nutre solo di frutta e succhia il nettare dai fiori, quindi ha un ruolo importante per l’ecosistema, a livello di impollinazione.differenza di molte altre specie di pipistrelli, la cui visione sfocata permette loro di distinguere tonalità scure o chiare, loro si lasciano giudare dalla vista e dall olfatto.Come suggerisce il nome, il suo muso assomiglia a quello di una volpe. Ha un naso lungo e affilato, occhi grandi rispetto agli altri esemplari della sua specie ed orecchie triangolari ben dritte. Abita in alcune isole dell’Oceania, sulla penisola malese, tra Filippine, Sumatra, Borneo… Non è una specie considerata in via di estinzione, anche se inizia ad esserci un po’ di preoccupazione per la diminuzione della colonie native. Gli studiosi, comunque, stanno seguendo da vicino l’evolversi della situazione.
Dominio Eukaryota
Phylum Chordata
Classe Mammalia
ORDINE Chiroptera
specie Desmodus rotundus
descrizione All’interno di questo sott’ordine, solamente tre specie si nutrono di solo sangue, Da un punto di vista morfologico, differiscono dai “cugini” frugivori per avere un muso schiacciato e rotondo, oltre ad orecchie appuntite lunghe quanto la testa.Per potersi alimentare di sangue, sono dotati di un sistema di termoricezione a infrarossi in grado di riconoscere gli organismi che contengono sangue e sentire la respirazione lenta degli animali addormentati. Inoltre sanno dove sono posizionate le arterie, a cui è più facile accedere e scelgono il momento giusto per avvicinarsi alla loro vittima.A differenza di altri pipistrelli, sono animali notturni ed escono allo scoperto solo quando è completamente buio. Le loro prede sono di solito bestiame o pollame; non attaccano mai gli esseri umani.Queste tre specie sono distribuite in America e si possono trovare solo in alcune parti di Messico, Cile, Argentina e Brasile. Il più grande pericolo rappresentato per l’uomo è la trasmissione di parassiti o virus come la rabbia, anche se questo tipo di contagio è molto raro.

Sitografia

biologia/esperienzedaremoto2021/chirotteri.txt · Ultima modifica: 2021/07/07 15:38 da mattia.foti