Strumenti Utente

Strumenti Sito


biologia:esperienze:lab2go

Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

Entrambe le parti precedenti la revisione Revisione precedente
Prossima revisione
Revisione precedente
biologia:esperienze:lab2go [2019/05/30 09:11]
natalia.scarmigliati
biologia:esperienze:lab2go [2019/09/23 14:30] (versione attuale)
Linea 1: Linea 1:
-{{ :​biologia:​esperienze:​dati1.png?​600|}}{{:​biologia:​esperienze:​dati.png?​400 |{{ :​biologia:​esperienze:​dati1.png |}}}}{{tag>​Insert Tag-Syntax}}Per quanto riguarda il lavoro di catalogazione si è deciso di valorizzare la pregevole collezione di modelli didattici di interesse botanico presente nel nostro laboratorio che  consiste in un insieme di tavole esplicative e modelli morfologici e fisiologici realizzati prevalentemente in gesso. +{{ :​biologia:​esperienze:​dati1.png?​600|}}{{:​biologia:​esperienze:​dati.png?​400 |{{ :​biologia:​esperienze:​dati1.png |}}}}{{tag>​Insert Tag-Syntax}}Per quanto riguarda il 
 Per la parte sperimentale abbiamo concordato ​ con l’Università di svolgere attività sperimentali ​ sia nel laboratorio in aula  che nel laboratorio “in campo”. Per la parte sperimentale abbiamo concordato ​ con l’Università di svolgere attività sperimentali ​ sia nel laboratorio in aula  che nel laboratorio “in campo”.
-Sono previste:+Sono state effetuate:
 Osservazione al microscopio di piante di pomodoro “sane” e “malate” (materiale fornito da Università “La Sapienza”);​ Osservazione al microscopio di piante di pomodoro “sane” e “malate” (materiale fornito da Università “La Sapienza”);​
 Sperimentazione ​ in campo finalizzata alla induzione della resistenza alle malattie in piante di pomodoro usufruendo di tutti i vantaggi che scaturiscono dalla consociazione intraspecifica e interspecifica utilizzando i vantaggi della biodiversità e della ecosostenibilità. Sperimentazione ​ in campo finalizzata alla induzione della resistenza alle malattie in piante di pomodoro usufruendo di tutti i vantaggi che scaturiscono dalla consociazione intraspecifica e interspecifica utilizzando i vantaggi della biodiversità e della ecosostenibilità.
-E’ previsto l’utilizzo ​ di tre varietà storico-tradizionali di pomodoro ​ del Centro/Sud Italia, ​ di  una varietà commerciale ​ e una leguminosa. 
- Le prove saranno condotte seguendo un rigoroso disegno sperimentale che prevede prove in triplicato in blocchi randomizzati. ​ 
-Saranno effettuati i seguenti controlli qualitativi/​quantitativi:​ 
-Efficienza fotosintetica 
-Resistenza/​suscettibilità alle avversità 
-Caratteristiche qualitative 
-Caratteristiche quantitative. 
  
- la consociazione 3 si comporta molto diversamente ​dalla 3 non consociata. La 1 e la 4 consociate ​sono diverse ​dalla 1 4 non consociate mentre la 2 consociata performa simile alla sua non consociatacosi come la mix varietale che più o meno rispecchia i valori medi delle 4 prese singolarmente.+**SCOPO DEL LAVORO** 
 +valutare i vantaggi agronomici e fitopatologici che scaturiscono ​dalla consociazione intraspecifica ​interspecifica nella coltivazione ecosostenibile del //​pomodorosolanum lycopersicum//​  
 + 
 +Nelle tabella 1 sono sinteticamente riportate le operazioni colturali adottate per la conduzione delle prove e i controlli quantitativi e qualitativi effettuati. 
 +Le prove sono state condotte utilizzando quattro varietà ​diverse ​di pomodoro. Le parcelle sono state coltivate in fila singola ​doppia utilizzando una varietà singola di pomodorouna consociazione tra pomodoro, fagiolino e sedano e tra un mix di quattro varietà di pomodoro. 
  
  
  
 + 
  
  
  
  
biologia/esperienze/lab2go.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)