Strumenti Utente

Strumenti Sito


biologia:campioni:muscolo_striato_scheletrico

:campione-small.png LAB2GO Scienza

Muscolo striato scheletrico (uomo)

Colorazione Ematossilina-Eosina

Il tessuto muscolare striato scheletrico è composto da fibre muscolari (tratteggio in figura nei due ingrandimenti: 40X a destra e 20X a sinistra), elementi cellulari sinciziali polinucleati, derivate dalla fusione di cellule embrionali mononucleate. Le fibre muscolari hanno forma allungata simile ad un cilindro con diametro variabile dai 10 ai 100 μm, e lunghezza che può arrivare a parecchi millimetri. I nuclei della fibra muscolare si localizzano solitamente alla periferia, subito al di sotto della membrana plasmatica. Lungo il decorso longitudinale della fibra è possibile osservare striature trasversali (bandeggiature chiare e scure), dovute alla disposizione ordinata delle strutture filamentose citoscheletriche (miofilamenti) presenti all’interno della cellula e organizzate in miofibrille. Esistono due tipi di miofilamenti:

  • Spessi, costituiti dalla proteina miosina
  • Sottili, costituiti dalla proteina actina

Nel muscolo le fibre muscolari sono circondati da sottili setti di tessuto connettivo fibrillare lasso (endomisio) e si dispongono tra di loro parallele, solitamente raggruppate in fascicoli, anche questi circondati da tessuto connettivo (perimisio).

Sitografia

biologia/campioni/muscolo_striato_scheletrico.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)