Strumenti Utente

Strumenti Sito


biologia:campioni:muscolo_cardiaco

:campione-small.png LAB2GO Scienza

Muscolo cardiaco (uomo)

Colorazione: Ematossilina-Eosina

Il muscolo striato cardiaco presenta molte caratteristiche strutturali e funzioni intermedie tra quelle del muscolo scheletrico e del muscolo liscio. Le contrazioni, come per il primo, sono potenti e similmente al secondo sono continue, iniziate da un meccanismo intrinseco. Le cellule che costituiscono il muscolo cardiaco sono dette cardiociti, e sono cellule lunghe, cilindriche, solitamente con un solo nucleo in posizione centrale. Hanno una disposizione delle proteine conttrattili in miofibrille, simile a quella del muscolo scheletrico e sono, dunque, striate. Tra le zone terminali di cellule muscolari cardiache vicine vi sono delle giunzioni intercellulari specializzate, i dischi intercalari, che oltre a fornire punti di ancoraggio per le miofibrille, permettono una diffusione estremamente rapida dello stimolo contrattile da una cellula all'altra. In questo modo, fibre vicine si contraggono quasi simultaneamente e si comportano funzionalmente come un sincizio.

Sitografia

biologia/campioni/muscolo_cardiaco.txt · Ultima modifica: 2019/09/23 14:30 (modifica esterna)