Strumenti Utente

Strumenti Sito


biologia:campioni:epitelio_pavimentoso_pluristratificato

:campione-small.png LAB2GO Scienza

FIXME

Epitelio pavimento pluristratificato

L'epitelio pavimentoso stratificato è formato da un numero variabile di strati cellulari, la cui forma si modifica passando da quella cuboide degli strati più basali, per arrivare a quella più appiattita degli strati superficiali. Le cellule basali vanno incontro a regolari divisioni mitotiche dando origine a cellule progressivamente spinte verso la superficie libera. Durante la migrazione verso la superficie, le cellule vanno contro, dapprima, a maturazione e, successivamente, a degenerazione.

L'epitelio pavimentoso stratificato è ben adatto a sopportare l'abrasione, poiché la perdita di cellule superficiali non compromette il sottostante tessuto connettivo; l'epitelio pavimentoso stratificato è, tuttavia, scarsamente capace di sopportare l'essiccazione.

In particolare, la porzione di epitelio del corrente vetrino è di tipo pavimentoso non cheratinizzato, quindi nello strato superficiale sono presenti cellule viventi con cheratine meno abbondanti.

Questo tipo di epitelio costituisce il rivestimento della cavità orale, della faringe, dell'esofago, del canale anale, della cervice uterina e della vagina; tali siti sono solitamente sottoposti a moderata abrasione e sono mantenuti umidi dalla secrezione di ghiandole locali.


biologia/campioni/epitelio_pavimentoso_pluristratificato.txt · Ultima modifica: 2020/06/07 08:02 da michela.mochi